Confraternita del Beghel

La “Confraternita del Beghel” è un’associazione nata da poco, iscritta alla FeCCRiT dal 2017, che ha sede a Sevignano, in Valle di Cembra. “Beghel” nel dialetto cembrano significa “gufo” e “beghei” è il soprannome degli abitanti del paese di Sevignano. Perché questo nome? Sevignano è un’antica comunità che è sempre andata fiera della propria autonomia. Fin dal medioevo era un feudo, insieme a Sover e Villamontagna, del Capitolo del Duomo di Trento. Comune indipendente, venne aggregato nel 1928 a Segonzano di cui tutt’ora è frazione. Sin dai tempi antichi, le rotte degli scambi commerciali che dal Centro Europa arrivavano in Valsugana e Verso Venezia,  dalla Valle dell’Adige in zona Salorno, su verso Cembra, attraversando l’Avisio, toccando Sevignano, Piazze di Piné, e quindi la Val dei Mocheni o il Perginese. Sevignano stava al centro di questo percorso e i viandanti che si erano attardati nel cammino che arrivavano al calar del sole ad attraversare l’Avisio si sentivano al sicuro grazie a dei ragazzi di Sevignano che erano famosi perché, per pochi spiccioli, scortavano con sicurezza sui sentieri del “Ceramont”, soprastanti il villaggio, che loro conoscevano molto bene, e che sapevano percorrere anche  in una notte scura e senza luna. Da qui il soprannome a quelli di Sevignano di “beghei” (gufi), i rapaci che si muovono appunto nelle ore notturne. La Confraternita nata per sostenere le attività del paese di Sevignano e animarne la vita culturale e sociale nel corso dell’anno ha scelto quindi il nome “Beghel” perché caratterizzante dell’indole e della storia dei sevignanesi.

Denominazione Gruppo
Confraternita del Beghel

Presidente
Gottardi Luca

Indirizzo della Sede
fraz. Sevignano sala sociale 38047 Segonzano (TN)

Contatti
luca@armalam.it
3206648317

Sito web